Informatica giuridica: presentazione dell’opera “Tecnologia e diritto”

informatica giuridica tecnologia e diritto ziccardi perri

I primi studiosi che in Italia si sono occupati di informatica giuridica sono stati Vittorio Frosini, Mario G. Losano e Renato Borruso a partire dalla metà degli anni ’70 del secolo scorso.

A livello europeo è del 30 aprile del 1980 la Raccomandazione del Consiglio d’Europa “Informatica e Diritto”  con la quale è stato promosso a livello continentale l’insegnamento e la diffusione dell’informatica giuridica.

Da una fase iniziale in cui in ambito universitario abbiamo assistito alla nascita di vari corsi sulla materia dell’informatica giuridica in alcuni atenei italiani. A seguire c’è stato un significativo ridimensionamento e, attualmente, sulla “piazza” rimangono attive poche Università che danno il giusto rilievo all’insegnamento di questa materia.

Una di queste Università è l’Università Statale di Milano che, con il Prof. Giovanni Ziccardi e la collaborazione del Prof. Pierluigi Perri propone agli studenti tre insegnamenti correlati alla materia: “Abilità informatico-giuridiche”, “Informatica Giuridica” e “Informatica Giuridica Avanzata”, oltre a dei corsi di perfezionamento.

Nasce proprio dall’esperienza dei suddetti docenti e con il contributo di professionisti e studiosi che hanno redatto i vari capitoli, l’opera in tre volumi “Tecnologia e Diritto” edita da Giuffré  da poche settimane in libreria.

Il progetto editoriale, molto ben concepito, presenta i tre volumi in ordine graduale di difficoltà e approfondimento.

Il primo volume, “Fondamenti di informatica per il giurista”, è un volume introduttivo alle tematiche di base ed è diviso in cinque grandi aree di studio. Il secondo volume “Informatica Giuridica” contiene tematiche di grande attualità e per la cui comprensione sono tuttavia richieste delle basi e delle conoscenze di natura giuridica, storica e tecnica.

Ancora più approfonditi e di stringente attualità i contenuti del terzo volume “Informatica Giuridica Avanzata” (fra gli altri argomenti trattati segnaliamo i crimini informatici, la cybersecurity, le investigazioni digitali), volume destinato a chi è già ben addentro la materia o anche a chi vi si approccia dopo aver appreso i concetti basilari dalla lettura dei due precedenti volumi.

L’opera è acquistabile nel suo complesso (opzione fortemente consigliata) o per singolo volume nelle librerie e nei maggiori siti di vendita online di libri.

TECNOLOGIA E DIRITTO” – volumi I (Fondamenti di Informatica per il Giurista), II (Informatica Giuridica) e III (Informatica Giuridica Avanzata)  a cura di Giovanni Ziccardi e Pierluigi Perri – Giuffré Francis Lefebvre 2019.

Permalink link a questo articolo: http://www.csigbologna.it/senza-categoria/informatica-giuridica-presentazione-dellopera-tecnologia-e-diritto/