Nuovo rinvio decreto intercettazioni (D.Lgs. 29/12/2017 n. 216)

rinvio decreto intercettazioni

Ancora un rinvio decreto intercettazioni: il Governo, con la legge di Bilancio 2019 (legge 145/2018) ha rimandato ulteriormente l’entrata in vigore delle disposizioni di cui agli articoli 2, 3, 4, 5 e 7 del decreto legislativo 29.12.2017 n. 216 (“Decreto Intercettazioni”).

Con l’art. 11 ha previsto che nelle materie di interesse del Ministero della giustizia sono disposte le seguenti proroghe di termini:
a) all’articolo 9 del decreto legislativo 29 dicembre 2017, n. 216, sono apportate
le seguenti modificazioni: 1) al comma 1, le parole: « dopo il 31 marzo 2019 » sono sostituite dalle seguenti: « dopo il 31 luglio 2019 »; 2) al comma 2, le parole: « decorsi dodici mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto » sono sostituite dalle seguenti: « a decorrere dal 1° agosto 2019 »

Se infatti l’art. 2, comma 1 del decreto-legge 91/2018 (poi convertito senza modificazioni per quanto riguarda il comma anzidetto) aveva differito “a dopo il 31.03.2019” l’entrata in vigore delle disposizioni suddette, con la previsione normativa contenuta nel comma 1139 dell’art. 11 della legge 145/2012 tale termine è stato prorogato “a dopo il 31 luglio 2019”.

Rinvio decreto intercettazioni

A seguito di tale novità ed anche in previsione della imminente pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge cosiddetta “spazza-corrotti”, approvata a dicembre 2018 e che prevede “sempre” le intercettazioni mediante trojan horse su dispositivi elettronici portatili nei procedimenti per reati contro la Pubblica Amministrazione, prossimamente con un articolo approfondito faremo il punto della situazione e analizzeremo le prospettive future della riforma del sistema delle intercettazioni a seguito di queste ultime novità normative apportate dal Governo.

di Alfonso Buccini

Permanent link to this article: http://www.csigbologna.it/referenze/legislazione/nuovo-rinvio-decreto-intercettazioni/