Recensione “Sicurezza dei computer e delle reti”

Il presente articolo propone una recensione del volume di William Stallings dal titolo “Sicurezza dei computer e delle reti”, edizione italiana a cura di Alessandra De Paola e Giuseppe Lo Re, edito da Pearsons nel 2022.

Il volume, di cui si propone la recensione, fa parte di un progetto editoriale che ha previsto la pubblicazione di due testi in lingua italiana destinati agli studenti universitari dei corsi di Informatica ed Ingegneria Informatica partendo dagli originali in lingua inglese.

In questo volume vengono condensati buona parte dei capitoli del testo di W. Stallings e Laurie Brown “Computer Security – Principle and Practice”, Fourth Edition ed alcuni capitoli del testo di W. Stallings “Cryptography and Network Security – Principle and Practice”, Eight Edition, nello specifico i capitoli che trattano la sicurezza delle reti, testi entrambi editi dalla Pearson.

Si tratta di una pubblicazione molto tecnica in quanto come già detto destinata agli studenti dei corsi universitari in ingegneria informatica ed informatica ma che tuttavia, per l’attualità delle tematiche trattate è particolarmente consigliata anche per tutti gli amministratori di sistema e per tutti coloro che si occupano di sicurezza informatica, nonché per gli “incident responder” chiamati ad intervenire in caso di incidente o attacco ai sistemi ed alle reti.

Molto interessante il progetto alla base del volume pensato per permettere un efficace apprendimento delle tematiche affrontate nel libro da parte degli autori e della casa editrice: unitamente alla lettura del testo, per mezzo del codice presente sulla copertina del libro, è previsto l’accesso per un periodo di 18 mesi decorrente dalla prima registrazione a “My Lab”, un ambiente didattico che offre importanti risorse da usufruire sia in modo autonomo sia, se lo si desidera, con l’assistenza interattiva di un docente che sarà assegnato a seguito di specifica richiesta.

La stessa piattaforma “MyLab” offre altresì i capitoli dei due testi originari non condensati nell’opera oggetto della nostra recensione.

Per il lettore, inoltre, è possibile effettuare una autonoma attività di autovalutazione del livello di comprensione di quanto studiato attraverso le risposte alle numerose domande di ripasso e ai problemi pratici che gli autori hanno inserito al termine di ogni capitolo del libro, domande e problematiche che sono di livello medio-alto ma proprio per questo garanzia di un elevato livello di apprendimento nel momento in cui si riuscirà a dare le risposte esatte o a risolvere i problemi posti.

Fra i capitoli più interessanti del testo, fermo restando l’interesse di tutto il libro, segnaliamo il capitolo 5 dedicato alla descrizione, alle modalità di propagazione ed alle tecniche di contrasto delle varie tipologie di software malevolo, il capitolo 8 dedicato alla sicurezza dei sistemi operativi, il capitolo 10 dedicato alle chiavi crittografiche ed infine il capitolo 15 che tratta della sicurezza degli endpoint.

Inoltre, un grande pregio del testo che ci preme evidenziare, è l’accuratezza della traduzione dalle edizioni originali da parte di un team molto professionale, coordinato dai curatori dell’edizione italiana, Alessandra De Paola e Giuseppe Lo Re, docenti universitari di ingegneria informatica.

Molte volte, leggendo testi tecnici di informatica ma non solo tradotti dall’inglese, ci siamo trovati di fronte a traduzioni poco accurate, con anche qualche strafalcione, ed anche se per questo tipo di pubblicazioni consigliamo sempre la lettura del testo originale, non possiamo tuttavia non apprezzare lo sforzo del team che ha lavorato a questa traduzione e che sicuramente ha messo a disposizione di tutti gli studenti, e degli altri lettori, anche quelli che non hanno dimestichezza con l’inglese “tecnico”, un’opera di fondamentale importanza per il loro cammino universitario.

Stalling Sicurezza delle reti e dei computer

di Alfonso Buccini

Permalink link a questo articolo: http://www.csigbologna.it/referenze/informatica-forense/recensione-sicurezza-dei-computer-e-delle-reti/