Recensione della monografia sulla pedopornografia di Michele Ferrazzano

pedopornografia ferrazzanoIn questo articolo si propone la recensione del volume “Aspetti metodologici, giuridici e tecnici nel trattamento di reperti informatici nei casi di pedopornografia“, scritto da socio CSIG Bologna Michele Ferrazzano e pubblicato da Aracne nella Collana di Informatica Giuridica del CIRSFID.

Non sono frequenti nel panorama delle pubblicazioni scientifiche i testi che affrontano tematiche specifiche nel campo dell’informatica forense: in passato abbiamo avuto modo di leggere, fra gli altri, i testi di Andrea Ghirardini e Gabriele Faggioli sulla Computer Forensics (“Digital Forensics”, pubblicato da Apogeo, 2013) e il volume “Trattamento e Scambio della Prova Digitale in Europa” (a cura di M.A. Biasiotti, M. Epifani e F. Turchi, pubblicato da Edizioni Scientifiche Italiane, 2015) che raccoglie i contributi di vari ricercatori in materia di Digital Evidence, pubblicazione questa ultima che avevamo recensito nell’articolo sullo scambio della prova digitale in Europa.

L’opera di Michele Ferrazzano “Aspetti metodologici, giuridici e tecnici nel trattamento di reperti informatici nei casi di pedopornografia” pubblicata da Aracne per la collana del Cirsfid che raccoglie scritti scientifici in materia di informatica giuridica, affronta una tematica particolarmente significativa nel campo dell’informatica forense quale è l’analisi di reperti informatici per i reati di pedopornografia.

Il contenuto del volume sulla pedopornografia

Partendo da una premessa quanto mai opportuna sulle definizioni dell’informatica forense e le best practices e gli standard internazionali alla base di questa disciplina scientifica, prima di entrare nell’argomento specifico della pubblicazione l’Autore analizza in maniera molto dettagliata ed esaustiva la disciplina giuridica sia dell’informatica forense che della pedopornografia.

Nelle pagine che seguono viene affrontata in maniera esaustiva quanto concerne gli aspetti tecnici del peer-to-peer e del file sharing, in modo da dare al lettore le conoscenze di base fondamentali per far comprendere quanto poi sarà riportato nei successivi capitoli.

La spiegazione delle modalità attraverso le quali vengono effettuate le investigazioni sulla pedofilia online e l’analisi forense sui reperti informatici, con l’indicazione e la descrizione delle caratteristiche dei principali software di file sharing e le varie tecniche in uso per la ricerca di evidenze relative alla pedopornografia, consente all’Autore di giungere ad una prima conclusione del suo lavoro, ovvero la carenza di strumenti software per l’analisi dell’attività di file sharing.

Nonostante ciò nel capitolo conclusivo l’Autore, sulla base della sua attività di docenza in materia di informatica forense presso alcune Università italiane e della sua esperienza nella libera professione nel medesimo settore presso la società BIT4LAW, propone un analitico protocollo operativo per l’analisi completa dei reperti informatici nei casi di pedopornografia da parte dell’operatore, sia esso appartenente alla P.G. che come consulente privato per la parte offesa o per la difesa.

Conclusioni in merito al libro su aspetti giuridici, tecnici e metodologici nei casi di pedopornografia

Una pubblicazione agile ma assai completa, con un preciso schema espositivo che, partendo come si è detto dai fondamentali giuridici e tecnici dell’informatica forense, arriva a proporre la soluzione più opportuna per il tecnico che si trovi ad approcciare evidenze informatiche del tipo oggetto del lavoro di ricerca.

Il tutto esposto con un linguaggio chiaro ed essenziale, comprensibile non solo all’esperto della materia che leggerà la pubblicazione alla ricerca di ulteriori conoscenze per arricchire il suo bagaglio professionale ma anche agli studenti delle facoltà di Giurisprudenza ed Informatica delle Università italiane e a chi vorrà intraprendere una professione in cui l’osservanza delle best practice e degli standard internazionali è fondamentale, lettura a maggior ragione consigliata in quanto scritta da chi ogni giorno nel suo lavoro si trova ad affrontare queste tematiche.

di Alfonso Buccini

Permanent link to this article: http://www.csigbologna.it/referenze/informatica-forense/aspetti-metodologici-giuridici-tecnici-pedopornografia-ferrazzano/