The Digital Economy and Society Index 2021 (DESI Index)

Alcuni giorni fa è stata presentata l’edizione 2021 del rapporto The Digital Economy Society Index, un rapporto che sintetizza gli indicatori pertinenti nelle prestazioni digitali dell’Europa e che registra l’evoluzione degli Stati membri dell’UE in materia di competitività digitale.

In questa edizione del DESI Index 2021, la Commissione Europea ha provveduto ad adeguare il rapporto ed i relativi indici alle due iniziative politiche recentemente approvate e che avranno un significativo impatto sulla politica di trasformazione digitale dell’Unione Europea nel corso dei prossimi anni:

Tramite tale adeguamento, gli indicatori sono ora strutturati in base ai quattro settori principali della “Bussola per il digitale” che sostituiscono la precedente struttura a cinque dimensioni.

Non è più presente l’indice che misura l’uso dei servizi digitali, un indice i cui risultati per il nostro Paese non avevano fatto registrare gli anni scorsi performances particolarmente esaltanti.

La situazione italiana per DESI Index 2021

Premesso quanto sopra, nella attuale edizione del rapporto i dati riferiti all’Italia, seppure denotino alcuni miglioramenti nel settore della copertura e della diffusione delle reti di connettività, fanno tuttavia registrare ancora un ritardo nella copertura della fibra ottica.

Il ritardo risulterebbe in parte dovuto anche al blocco delle attività nella prima parte del 2020 a seguito dell’emergenza pandemica.

Si è registrato un rallentamento anche per quanto riguarda la copertura delle Reti ad altissima capacità e del 5G, rallentamento che come emerso nella precedente edizione del rapporto è da attribuire ad ostacoli a livello locale alla diffusione di questo tipo di tecnologie.

Come già rilevato nel rapporto precedente il ritardo maggiore dell’Italia rispetto agli altri Paesi Europei si registra tuttavia nel settore delle competenze digitali del capitale umano che, rispetto alla media UE, mostra competenze digitali molto basse.

Nonostante infatti sia aumentata la percentuale di utenti che utilizzano servizi amministrativi online (dal 30% del 2019 si è passati al 36% del 2020), la stessa è nettamente al di sotto della media UE.

Al contrario, le PMI hanno fatto registrare buoni risultati per quanto riguarda la fatturazione digitale ed altri servizi che hanno fatto sì che il 69% delle imprese raggiungesse un buon livello base di ricorso al digitale, livello superiore in questo caso alla media UE attestatasi intorno al 60%

Le prospettive future secondo DESI 2021

Già nel corso del 2020 sono state adottate a livello legislativo una serie di riforme per accelerare, fra le altre, la diffusione della banda larga, Il 5G e la digitalizzazione dei servizi pubblici.

Ma è con l’adozione delle riforme previste nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza approvato dal Governo che il nostro Paese intende ridurre il gap con gli altri Stati per quanto riguarda la digitalizzazione nei settori più importanti della vita collettiva.

La Strategia Nazionale per le Competenze Digitali e il Piano Operativo correlato rappresentano gli strumenti principali di questo programma di miglioramento e sviluppo e nei quali sono state indicate le azioni specifiche e gli obiettivi, molto ambiziosi, che si intendono realizzare entro il 2025.

Si tratta di un progetto a cui il Governo ha destinato il 25% dell’importo complessivo delle risorse messe a disposizione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, circa 48 miliardi di euro e che dovranno servire per la transizione digitale che sarà attuata attraverso la trasformazione della Pubblica Amministrazione, del sistema sanitario e di quello giudiziario per mezzo dello sviluppo di tecnologie digitali avanzate e l’adozione di misure per lo sviluppo delle competenze digitali della popolazione, aumentando a tal fine l’offerta formativa per quanto riguarda le competenze digitali avanzate e gli investimenti in settori di alta tecnologia.

La prossima edizione, quella del Desi Index 2022, ci darà certamente importanti elementi per formulare le prime valutazioni sui risultati di tale strategia governativa.

di Alfonso Buccini


Permalink link a questo articolo: http://www.csigbologna.it/referenze/legislazione/the-digital-economy-and-society-index-2021-desi-index/