Investigazioni interne. Recensione del volume a cura di E. Fiorino e G. Fornaro, Pacini, 2022

Il volume recensito in questo articolo è “Investigazioni interne” a cura di Enrico Di Fiorino e Giuseppe Fornari, edito da Pacini Giuridica, 2022.

Il problema degli illeciti commessi dai dipendenti è un problema sempre attuale ed è causa di danni economici alle Aziende.

Tali condotte ledono il rapporto fiduciario fra Azienda e lavoratore autore dell’illecito.

Le ricadute che i fatti illeciti hanno sulla reputazione dell’Azienda stessa, una volta che attraverso la stampa vengono portati a conoscenza dell’opinione pubblica, sono spesso molto pesanti.

Tali comportamenti illeciti vengono spesso a conoscenza del Datore di Lavoro solo una volta che il danno è stato fatto.

Se, quindi, in alcune occasioni non è stato possibile impedire la commissione dell’illecito, si pone per l’Azienda la necessità di individuare al suo interno gli autori del fatto attraverso attività di investigazione interne per i conseguenti provvedimenti disciplinari secondo i regolamenti vigenti.

Recensione del volume Investigazioni interne

Investigazioni interne” è il titolo di questa interessante opera collettanea, curata da Enrico Di Fiorino e Giuseppe Fornari.

Il volume fa il punto sullo “stato dell’arte” delle investigazioni interne nell’ordinamento italiano per la rilevazione degli illeciti, ordinamento del quale, già nella prefazione, ne vengono rilevate da parte dei curatori le carenze, in modo particolare per ciò che riguarda l’assenza di una disciplina uniforme di tali attività.

Questo punto di vista dei curatori non è del tutto condiviso da un magistrato esperto della materia a cui è affidata la postfazione del volume, secondo cui non è corretto affermare che il sistema normativo italiano non contenga al suo interno previsioni per disciplinare l’attività investigativa che l’Ente può svolgere.

Al contrario, tale attività sarebbe possibile sulla base delle previsioni di cui all’art. 391-novies c.p.p. che disciplina le indagini preventive – introdotto dalla legge 397 del 2000 sulle indagini difensive – che l’Ente può svolgere nell’intento di ricercare elementi utili alla sua difesa, anche attraverso l’ausilio di consulenze tecniche o investigazioni private, fatta eccezione per quelle attività per il cui esperimento è necessario l’intervento dell’autorità giudiziaria.

Nei contributi ospitati all’interno del volume vengono analizzate le varie forme attraverso cui possono essere espletate le attività di investigazione interna.

Partendo dalla ricerca documentale, passando per le interviste e le attività di e-discovery secondo le norme interne ed internazionali che le regolano, gli autori affrontano anche i profili giuslavoristici di tali attività investigative e i “contrappesi” alle stesse derivanti dalla tutela della privacy del dipendente.

Sono presi in esame anche i diritti di cui allo Statuto dei Lavoratori, modificato alcuni anni fa sulla base dello sviluppo e dell’utilizzo delle nuove tecnologie nell’attività lavorativa e nei sistemi di controllo dell’operato del lavoratore stesso.

Due capitoli di diritto comparato, dedicati alle normative in materia di investigazioni interne vigenti in Gran Bretagna e negli Stati Uniti d’America concludono il volume, mettendo in rilievo il ritardo del nostro ordinamento sul tema rispetto ai Paesi anglosassoni.

Da tale confronto si sottolineano altresì gli spunti che da tali ordinamenti possono essere ripresi dal nostro Legislatore per migliorare le normative attualmente vigenti.

Un lavoro molto interessante, che prova a far luce su una problematica ancora non compiutamente affrontata dal lato “normativo” in tutti i suoi aspetti ed in cui la risoluzione dei dubbi che le lacune rilevate pongono all’interprete è demandata spesso alla giurisprudenza di merito nel momento in cui è chiamata a giudicare la liceità di tali attività investigative.

Attraverso uno sforzo congiunto di tutti può essere risolta, partendo comunque dal “faro” costituito dal decreto legislativo 231 del 2001 che ormai più di venti anni fa ha disciplinato nel nostro ordinamento la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche.

di Alfonso Buccini

Permalink link a questo articolo: http://www.csigbologna.it/referenze/informatica-forense/investigazioni-interne-recensione-del-volume-a-cura-di-e-fiorino-e-g-fornaro-pacini-2022/